Aggiornamento Covid corriere.png  - FAQ ?
You are using an outdated browser. For a faster, safer browsing experience, upgrade for free today.

ZAINO ABIGAIL: SCHEMA SCRITTO!

ZAINO ABIGAIL: SCHEMA SCRITTO!

Buongiorno ragazze!

È ufficialmente giunta l’estate e tutte noi ci stiamo organizzando sul da farsi: chi sceglie la meta per le vacanze, chi si programma qualche breve uscita per evadere dalla stagione lavorativa, chi si organizza per andare a trovare i parenti…Insomma tutte impegnate a capire come trascorrere i prossimi mesi di caldo.

Qualunque sia il posto dove decidiamo di andare, è innegabile la necessità di avere una borsa abbastanza grande per contenere la famosa bottiglietta d’acqua, indispensabile soprattutto durante il giorno, quando il sole batte i suoi raggi caldi per rendere il clima afoso. E le salviettine per rinfrescarsi? Gli occhiali da sole? Uno snack di emergenza? Gli accessori per il nostro hobby preferito? Portafoglio, chiavi, e chi più ne ha più ne metta! Serve qualcosa di davvero capiente, come, come…uno zaino! Ma non uno di quei borsoni da palestra, ma qualcosa di trendy e giovanile, da portare in spalla, comodo anche per le lunghe camminate.

Per questo motivo abbiamo deciso di mettere a disposizione anche lo schema scritto dello zainetto Abigail: un progetto semplicissimo, alla portata di tutte. Ragazze, ci sono riuscita io che non avevo mai utilizzato il cordino! È stata la mia prima borsa, ufficialmente e, dopo la fatica nella lavorazione di un materiale così spesso e la cucitura della fodera interna, il risultato finale mi ha dato molte soddisfazioni. Quindi, non vi resta che provarlo!

Per prima cosa, partiamo dagli ingredienti:

-Uncinetto 2,5 e 3;

-500gr di cordino: nel nostro shop troverete la versione Thai Black in tanti colori e Glitter, bella sberluccicosa;

-Kit zainetto Gioia, che comprende spalline regolabili, fondo e patella con gancio;

-Tessuto per foderare l’interno;

-Ago per cucire e ago tirafettuccia;

-Pinzetta;

-Calamite per chiusure laterali.

 

Ora che abbiamo tutto, possiamo cominciare!

LEGENDA

Mbss = maglia bassissima

Mb =maglia bassa

Ma = maglia alta

Salt = saltare

*…* = motivo da ripetere

 

La lavorazione parte dal fondo, sulla quale, per comodità, dobbiamo agganciare un filo di contrasto che racchiuda tre buchi dell’angolo: saranno i punti dove si faranno gli aumenti.

ab

Ora prendete l’uncinetto 2,5 e agganciatevi su uno dei tre angoli, sul primo dei tre buchi (agganciarsi con un’asola e chiudere con una mbss). 

Giro 1: nello stesso foro 3 mb, nel successivo 2 mb, e poi di nuovo 3mb nel terzo foro dell’angolo. Proseguire con 2mb per ogni forellino, prima di raggiungere l’angolo successivo, dove dovrete ripetere la sequenza di aumenti di prima sui tre buchi: 3mb, 2 mb, 3 mb. E così via fino alla fine del giro, chiudendo con 1 mbss nella prima mb lavorata.

Giro 2: lavorare ora in costa retro: entrare nell’asola più interna della maglia e anche nel filo piccolo sottostante visibile sul rovescio. Questa modalità rende la lavorazione più difficile, ma il bordo sarà molto più resistente. Proseguire l’intero giro con mb adottando questo sistema (non ci sono aumenti!). Chiudere con 1 mbss entrando nella prima mb del giro.

Giro 3: prendere l’uncinetto 3 per iniziare la lavorazione del motivo. *1mb, salt 2 m, 5 ma nella terza m, salt 2 m* fino a fine giro. Chiudere con 1 mbss nella prima mb.

Giro 4. 1 cat, 5 ma nella la stessa mb, *1 mb al centro del ventaglietto del giro precedente, 5 ma nella successiva mb* fino a fine giro. Chiudere con 1mbss nella prima ma.

Giro 5: 2 mbss, 1 su ciascuna ma, per raggiungere il centro del ventaglietto, 1 cat + *1 mb nello stesso punto centrale, 5 ma nella mb successiva* fino a fine giro. Chiudere con 1 mbss nella prima ma. 

Ora non dovete fare altro che ripetere il Giro 5 fino a quando non avrete raggiunto l’altezza di 25 cm. A questo punto tagliate il cordino e cucite le coda per renderle invisibili. Ricordatevi di fare un nodo ben stretto e di bruciare l’estremità con un accendino, facendo attenzione.

A questo punto, si dovrà cucire la patella su un lato lungo, in maniera centrata, utilizzando l’ago da fettuccia e il cordino avanzato.

ab2

Le calamite invece, saranno applicate sui lati corti, dove si chiudono i lembi ripiegandoli su sé stessi. Per agganciarle, aiutatevi con una pinzetta.

ab3

Prima di passare alla fodera, manca la cucitura del gancio sulla parte frontale, con la quale la patella potrà chiudersi.

Ed eccoci allo step finale! Con il metro da sarta prendete queste misure: circonferenza dell’apertura della borsa, la profondità partendo dal bordo superiore, passando per il fondo e arrivando alla punta del bordo opposto (misurazione a U), e la larghezza del fondo. Alle prime due aggiungere un paio di cm di orlo.

Per comodità di spiegazione, riportiamo quelle dello zaino di Lisa: circonferenza 80cm compreso l’orlo, profondità 90cm compreso l’orlo e larghezza 18cm.

Tagliate quindi il tessuto, facendo attenzione a tenere le stampe con motivi diritti. Per esempio, nello zaino di Lisa c’era la necessità di tenere le teste delle donne verso l’alto, perciò ha tagliato due pezzi 40cm x 47 cm. Se avesse avuto una fodera neutra, sarebbe bastato 1 solo pezzo da 40cm x 90cm (il 40 è la metà della circonferenza).

Ad ogni modo, vi proponiamo due tipi di iter. Per chi non ha molta dimestichezza con la macchina da cucire e non se la sente di fare cose troppo complicate, consigliamo di seguire il procedimento già spiegato per lo zaino Lilla. Ecco il video.

Chi, invece, preferisce aggiungere il taschino interno come abbiamo fatto nel nostro modello, può proseguire dal minuto 24 nel video dello zaino Abigail. Consigliamo la visione perché è più semplice farlo vedere, piuttosto che spiegarlo. Ecco il video.

 

Eccoci qui, il vostro compagno di viaggio è pronto per essere utilizzato! Come dite? Lo state già riempiendo? Vi capisco!

Della serie borse da Mary Poppins, vi indichiamo anche una versione da tracolla con l’utilizzo del cotone Cairo: la borsa Fiore Africano. Nel nostro blog trovate già lo schema scritto, altrimenti è disponibile il video nel canale YouTube Crochet Romance. 

Alla prossima!

Julia

Categorie

Archivio

Articoli popolari

Articoli recenti

Latest Comments

Tags Post